Rassegna “Crossroads” 2022-23

Il Cinecircolo La Strada collabora da più di 15 anni con il CineTeatro Don Bosco per creare una una rassegna cinematografica di qualità: la rassegna CrossRoads: Crocevia del Cinema. Anche quest’anno, durante la proiezione serale del Lunedì, il nostro critico cinematografico Marco Maderna (leggi il suo profilo qui) ci presenta il film che ci stimola nel dibattito finale.

TEEN-NIGHT: Tessera omaggio agli under 25

A tutti i giovani under 25 verrà regalata la tessera socio Cinecircolo (del valore di 5 €).

Come sempre sono particolarmente invitati i giovani under 25, ai quali verrà regalata la tessera del Cinecircolo La Strada.

I TITOLI IN RASSEGNA DA GENNAIO A APRILE 2023

Potete vedere i film in programma nella locandina qui sotto o leggere il dettaglio di ogni film e vedere il trailer nella sezione del sito dedicata agli eventi ancora in programma in questa pagina…

NOVITA’: da Gennaio ad Aprile i film saranno programmati anche la Domenica sera alle 20:30, oltre alle 2 proiezioni del Lunedì.

Rassegna ott-nov 2022

I TITOLI IN RASSEGNA DA OTTOBRE A DICEMBRE

Questi sono i titoli che sono stati programmati tra Ottobre e Dicembre 2022.

Rassegna ott-nov 2022

MINI-RASSEGNA E TAVOLA ROTONDA

Il Cinteatro Don Bosco, con il contributo dell’ANCCI (Associazione Nazionale Cinecircoli Italiani) e ilsostegno dell’ACEC, è lieto di presentare la mini-rassegna cinematografica dal titolo “Il Dio nascosto” che avrà luogo per 3 Lunedì a partire dal 5 Dicembre, presso il CineTeatro Don Bosco: il progetto è stato curato dal Cinecircolo La Strada, che ha scelto i film e organizzato la tavola rotonda.

I TRE FILM IN RASSEGNA

Durante il consueto appuntamento del Lunedì della rassegna “CrossRoads”, con la guida del nostro critico Marco Maderna, proporremo la visione di 3 film che toccano il tema della “fede”.

IL SETTIMO SIGILLO: in programma Lunedì 5 Dicembre è capolavoro di Ingmar Bergman del 1957 (recentemente restaurato), che ci introdurrà al tema della mini-rassegna. Infatti nel film Antonius Block, ormai svuotato di ogni fede, torna dalle Crociate e trova la sua patria distrutta dalla peste. Sulla sua strada, durante il cammino, gli si mette davanti la morte che reclama la sua anima. Antonius le chiede più tempo e questa gli concede di poter giocarsi a scacchi la propria vita. Intanto ci vengono mostrate le vicende di una famiglia di attori girovaghi: l’incontro con questa famiglia ridona a Antonius speranza e fede.

TRUE MOTHERS:  il 12 Dicembre sarà la volta del film di Naomi Kawase, sul tema dell’adozione, che vedremo insieme agli amici dell’associazione “Genitori di cuore”. I protagonisti, Satoko e il marito Kiyokazu, dopo un lungo e doloroso trattamento per la fertilità, hanno scelto di ricorrere all’adozione per avere un figlio tutto loro. Sei anni dopo, ricevono la chiamata di una donna che, dichiarandosi la madre biologica del bambino, è pronta a estorcere loro quanto più denaro possibile.

AGNUS DEI: con il film di chiusura, in programma Lunedì 19 Dicembre, ci avvicineremo al Natale attraverso l’accoglienza di una vita nascente, raccontata nel film della regista “Anne Fontaine”. Il film narra una storia vera: Polonia nel 1945: Una dottoressa della Croce Rossa si reca in un convento per prendersi cura di alcune suore, rimaste incinte dopo essere essere state violentate dai soldati russi nel corso di un’invasione. Per la ragazza, lontanissima dalla loro vita (è di famiglia atea e comunista), è uno choc: essere scelta e voluta le farà cambiare prospettiva.

LA TAVOLA ROTONDA

Dopo i primi due film avremo anche una grande occasione di parlare di “Fede e Cinema” attraverso una Tavola Rotonda dal titolo suggestivo: “Dal Dio nascosto all’io rivelato”, che si svolgerà Giovedì 15 Dicembre alle ore 21, con ospiti Raffaele Chiarulli (docente, critico cinematografico) e Francesco Arlanch (sceneggiatore per il cinema e la TV). Proveremo a riflettere sul fatto che “C’è un mistero nell’arte cinematografica che è il mistero che accomuna tutti gli autori e tutti gli spettatori. Studiosi e cineasti, alcuni dei quali lontani dalla fede cristiana, hanno indagato quanto il cinema – nel suo essere linguaggio e indagine sulla realtà – abbia intrinseche, inconsce possibilità trascendenti. Guardare un film può diventare quindi un’esperienza che rivela una parte nascosta a cui è salutare dare spazio. Nel rispondere alle sollecitazioni prodotte da un film, lo spettatore si trova così a verificare quanto nel cinema non esista nessun discorso sul divino che non sia anche e innanzitutto un discorso sull’umano.” Moderatore della serata sarà il nostro critico Marco Maderna.

Una proposta un po’ diversa dal solito, per raccontare attraverso il linguaggio del cinema come è possibile mettere al centro della vita il tema della fede.

Pieghevole sipario