Non avremmo mai voluto che accadesse di nuovo, dopo che con grande sforzo la nostra sala ha affrontato una ristrutturazione per mettere in totale sicurezza gli spettatori e dopo una riapertura con tanti dubbi e poco pubblico.

E invece è successo di nuovo: cinema e teatri dovranno chiudere al pubblico per un altro mese, fino al 24 Novembre, come stabilito dall’ultimo DPCM del Governo del 25 Ottobre, nonostante nessun caso di contagio sia stato causato nei cinema di tutto il mondo.

Numerose le petizioni spontanee (qui e qui) di solidarietà sottoscritte da migliaia di persone per scongiurare la chiusura in extremis. Ora il settore degli esercenti (A.N.E.C.) chiede al premier Conte e al ministro Franceschini “MISURE CONGRUE A TUTELA DELLE SALE CINEMATOGRAFICHE”, un settore ormai in ginocchio, come ha mostrato la manifestazione “Bauli in piazza” alla quale abbiamo moralmente partecipato dipingendo di rosso la nostra facciata.

Per questo motivo condividiamo il comunicato dell’A.N.E.C: “La chiusura imposta da lunedì 26 ottobre fa crollare tutto il lavoro svolto dalle singole imprese del settore nel dialogo con la propria clientela per condividere il concetto di assoluta sicurezza e nel tentativo di ristabilire un rapporto con il proprio pubblico. Occorre pertanto lavorare fin da subito per predisporre il piano della ripartenza, che dovrà avvenire al termine di questo periodo di 4 settimane, del settore che vede nell’immediata riapertura il periodo di maggior appeal di tutto l’anno, le festività natalizie. Compromettere anche questo momento dell’anno significa condannare a morte definitivamente l’intero comparto delle sale cinematografiche con tutte le aziende e i lavoratori addetti.”

In questo momento possiamo soltanto ringraziare tutti i volontari che in questi mesi (anche d’estate) hanno lavorato per la riapertura della nostra sala, e vogliamo soprattutto ringraziare gli spettatori che nonostante tutto, in questo periodo, sono venuti nella nostra sala: crediamo di averli accolti con cura e professionalità e speriamo di poterlo fare di nuovo, al più presto… magari anche prima del 24 Novembre!

Share This